Zec Canarie: definizione e implicazioni

Le Canarie sono un grande arcipelago delle sette isole maggiori e minori situate nell’Oceano Atlantico, tutte di origine vulcanica. Sono la comunità autonoma della Spagna.

Grazie alla sua posizione geografica sono le regioni più meridionali ed occidentali.

Sono situate non troppo vicino all’equatore e proprio per questo motivo godono di un clima molto mite durante tutto l’anno con una temperatura media molto alta.

I periodi più caldi dell’anno sono i mesi di luglio, agosto e settembre.

Il posto ideale per chi ama il caldo e le belle stagioni.

La Zec è un acronimo che corrisponde al Consorcio della Zona Especial Canaria riferendosi ad una zona dell’arcipelago delle Canarie che offre innumerevoli vantaggi dal punto di vista economico.

É un Ente pubblico ed è basato su una bassa tassazione che è stata creata dal REF, Regime Economico e Fiscal, con lo scopo di promuovere lo sviluppo economico e sociale, diversificando la sua struttura produttiva.

Si vuole raggiungere questo obiettivo per i progetti iscritti a ZEC.

Nasce dalla prolungazione del Decreto Regio 19/1994 che sancisce l’istituzione del REF.

L’iscrizione delle nuove imprese deve avvenire entro il 31/12/2020.

Tale legge significa che ZEC non verrà a cessare ma subirà delle riforme.

 

Iscrizione alla ZEC

 

Per iscrivere il proprio progetto è necessario ottenere una prima autorizzazione dove verrà identificato il progetto e per goderne dei successivi benefici.

L’Iter prevede la presentazione della domanda Solicitud con una serie di informazioni, documenti e dati a supporto del Progetto.

Una volta ottenuta l’autorizzazione, l’imprenditore ha diciotto mesi per dare forma al progetto.

Tale Autorizzazione non prevede nessun obbligo da parte dell’imprenditore.

 

Requisiti per accedere alla ZEC

 

  • Sviluppare un’attività economica che rientra nella tabella NACE.
  • Le assunzioni dovranno essere disciplinate secondo la Normativa Spagnola.
  • Essere un’azienda nuova con domicilio e sede legale alle Canarie.
  • Uno degli amministratori deve essere residente alle Canarie.
  • Dar luogo ad un investimento per un importo minimo di 100.000,00€ se l’attività viene svolta tra Tenerife e Gran Canaria, 50.000,00€ in Lanzarote, La Gometa, La Palma e El Heirro.
  • Entro sei mesi dall’inizio dell’attività creare 5 posti di lavoro se si tratta delle Canarie e 3 invece in Lanzarote, La Gometa, La Palma ed El Heirro.

 

Vantaggi per chi decide di avviare un’attività

 

  • Imposte sulla società pari al 4%. É doveroso ed importante ricordare che le aziende iscritte alla ZEC potranno usufruire di un imposta sulle società pari al 4%, tale applicazione, vige solo se verranno rispettati determinati parametri. Va tenuta in considerazione che nelle Canarie per esempio i posti di lavoro possono essere di un minimo di cinque ad un massimo di cinquanta e non oltre.
  • Esenzioni sulle trasmissioni patrimoniali ed Atti Giuridici.
  • Esenzioni su specifiche operazioni sull’IGIC.
  • ZEC è compatibile con altri vantaggi offerti del REF come per esempio la deduzione degli investimenti, RIC e le zone Franche.
  • Per i NON residenti alle Canarie c’è un esenzione sul Reddito. La norma è applicabile solo quando residenti in nazioni o territori che vengono considerati NON o “OFF SHORE”.

 

Fonte: Canarie Consulting

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi