Come avviene un intervento di blefaroplastica

La blefaroplastica è un ramo della chirurgia estetica molto popolare.

Si tratta di un intervento semplice da effettuare, ideale per chi vuole tornare ad avere una vista ideale.

Scopriamo di cosa si tratta e come avviene un’operazione di questo genere.

 

Che cos’è la blefaroplastica

 

La blefaroplastica è un intervento chirurgico molto sofisticato, in base al quale è possibile riscontrare una drastica riduzione della ptosi delle palpebre.

Viene eseguito sia per fini estetici che, soprattutto, per motivazioni funzionali.

Si suddivide in:

  • blefaroplastica superiore, mirata all’eliminazione degli eccessi cutanei e adiposi dovuti soprattutto all’avanzamento dell’età;
  • blefaroplastica inferiore, che punta all’asportazione degli accumuli adiposi e riduce ogni genere di gonfiore sulle palpebre.

L’intervento è ideale per eliminare le borse sotto agli occhi e fare in modo che la pelle in eccesso risulti soltanto un brutto e lontano ricordo.

 

Come avviene un intervento di blefaroplastica

 

blefaroplastica inferiore senza bisturiUn intervento di blefaroplastica corrisponde ad una procedura molto semplice.

È sufficiente sostenere un day hospital e attendere che il chirurgo plastico asporti i vari tessuti in eccesso.

L’operazione non comporta alcun tipo di implicazione per i bulbi oculari.

Dopo la rimozione della pelle e dei tessuti adiposi, viene applicata una sutura intradermica con dei piccoli fili da sfilare nel giro di quattro-cinque giorni, con cicatrici quasi invisibili.

Tutto può essere eseguito senza difficoltà anche con l’ausilio del laser, che riduce il sanguinamento al minimo.

Questo tipo di intervento è preceduto da una seduta di anestesia locale e fa in modo che gli strumenti chirurgici non entrino in contatto diretto con i tessuti.

Inoltre, vengono ridotti al minimo i rischi derivanti dalla formazione di edemi ed ecchimosi e la convalescenza media risulta molto più rapida rispetto ad un’operazione che prevede l’utilizzo del bisturi.

 

Quali accorgimenti vanno presi prima e dopo l’operazione

 

Prima dell’esecuzione di una seduta di blefaroplastica, è necessario chiedere consiglio al proprio medico chirurgo per fare in modo che la misura risulti totalmente efficace.

È altamente sconsigliato assumere alcolici e fumare prima dell’intervento, così come è necessario sospendere le cure farmacologiche in essere.

Dopo l’operazione, una sequenza di impacchi di camomilla può consentire alla palpebra di tornare rapidamente nel pieno delle proprie funzionalità.

Se si diventa affetti da occhio secco, è consigliabile consultare il medico per l’assunzione di un apposito collirio.

La vista non va assolutamente sforzata e l’igiene va tenuto sotto controllo.

Bisogna inoltre prestare la massima attenzione ad eventuali dolori o infezioni, oltre che ai fastidi che possono derivare dalle cicatrici nelle fasi iniziali.

 

Quali rischi per la salute di chi si sottopone

 

Come ogni genere di intervento, anche la blefaroplastica può presentare una serie di rischi subito dopo il suo procedimento, anche se temporanei.

Qualche problema potrebbe sorgere nella chiusura degli occhi durante il sonno, dovuta ad una possibile cicatrizzazione poco adeguata.

Inoltre, come già detto in precedenza, bisogna stare attenti ai dolori e ai bruciori derivanti dall’anestesia.

In tutti i casi, è fondamentale affidarsi ad una struttura competente, magari chiedendo aiuto a chi si è già sottoposto a tale intervento.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi